Golsa Golchini

Una breve storia - clicca per leggere tutto

“Due anni fa la mia vita cambiò.
Ho sognato di disegnare direttamente sui miei scatti fotografici, illustrando il vuoto, un mondo invisibile. Sono arrivata alla conoscenza che la vita stessa è un tesoro e i suoi dettagli più semplici sono come dei codici d’accesso alla sua anima. Ho iniziato a sentire l’essenza stessa della vita in ogni suo battito, ho sentito, grazie a loro, che il mondo reale si costruisce basandosi sull’irreale e il vuoto; quel vuoto che ci attrae da sempre è lì e non chiede altro che essere reso reale. Quello che faccio quindi non è altro che raccontare l’essenza dell’invisibile così affascinante.
Credo che essere un artista sia un onere, il dovere di ogni artista è far vedere al mondo ciò che è capace di vedere nel mondo”.

Golsa Golchini
Ottobre 2015